Camere bianche e laboratori

CAMERE BIANCHE E LABORATORI

Le camere bianche per la produzione e l’uso di materiali semiconduttori contengono attrezzature tecniche di valore ed hanno sistemi di ventilazione ad alte prestazioni per il ricambio d’aria fresca filtrata. Ne risulta un flusso laminare con elevati rapporti di ricambio. Inoltre queste camere contengono una grande quantità di materiale infiammabile (per esempio cavi, materie plastiche ecc.) che, in caso d’incendio, generano alte temperature e fumo denso.

I sistemi FOGTEC sono ideali per la protezione di questi ed altri rischi d’incendio ad essi collegati. Ciò è dovuto alle efficaci proprietà di estinzione associate con flussi molto ridotti ed all’effetto d’abbattimento dei fumi che consentono una riduzione del danno provocato da grandi quantitativi di prodotti della combustione parzialmente corrosivi che si depositano sulle attrezzature vicine all’incendio.

In più, l’acqua nebulizzata agisce come uno schermo per la temperatura, riducendo l’irradiazione di calore e quindi lo stress termico sulle attrezzature vicine alla sorgente del fuoco. Ciò permette anche alle persone di trovare in sicurezza le vie di fuga e, al personale addestrato, di prestare soccorso alle persone nell’area dell’incendio o d’intervenire manualmente su di un fuoco.

Per quanto riguarda i sistemi antincendio gassosi – come il CO2, i gas chimici e quelli inerti – sono efficaci solo se nel locale protetto si raggiunge la necessaria concentrazione di gas: l’uso di sistemi di questo genere è virtualmente impossibile nelle camere bianche a causa delle bocche di ventilazione presenti sul soffitto e sul pavimento. Dato che i sistemi FOGTEC per le camere bianche forniscono un flusso costante di acqua nebulizzata, il volume necessario di prodotto antincendio si raggiunge durante tutto il tempo di funzionamento del sistema FOGTEC. I problemi che riguardano la ventilazione o le perdite dall’area interessata non costituiscono preoccupazioni importanti quando si utilizza il sistema.

I gas inerti agiscono riducendo la concentrazione d’ossigeno nel locale a livelli che possono diventare pericolosi per il personale presente nell’area, debbono quindi essere previsti dei tempi di preallarme, durante i quali l’incendio può estendersi ulteriormente. Con il sistema FOGTEC non è essenziale prevedere un tempo di preallarme. L’uso di sistemi sprinkler convenzionali, nella maggioranza dei casi, è inappropriato per le camere bianche a causa dei prevedibili danni provocati dall’acqua in caso di falso allarme, di allarme effettivo ed anche delle restrizioni di peso dei soffitti filtranti utilizzati nelle camere bianche.

Il complesso di tubazioni necessario per i sistemi FOGTEC è talmente piccolo e leggero che un’installazione si può realizzare facilmente anche a posteriori e gli eventuali danni causati dall’acqua sarebbero poco preoccupanti. Grazie all’elevata pressione di funzionamento, l’acqua nebulizzata ad alta pressione si diffonde con uno getto ampio e un’elevata quantità di moto, utilizzando la distribuzione ottimale delle goccioline per combattere l’incendio e compensando contemporaneamente l’influenza dei sistemi di ventilazione di grande efficienza.

Print Friendly, PDF & Email
Top